Borgonovo Val Tidone

Fondata nel 1196 dai consoli di Piacenza a fini strategici e militari, l’oppidum di Burgus Novus fu edificato presso Casarnerio perché difendesse il territorio piacentino dalle invasioni nemiche.

La cittadella  era fortificata da mura, fossa, castello e torri.

Borgonovo aveva forma di rettangolo, tracciando le vie parallele e trasversali ad angolo retto, secondo un piano urbanistico molto ordinato di tradizione romana. Lo dotarono di due porte, una verso sud e l’altra verso nord. Intorno alle mura scavarono una profonda fossa che in tempo di guerra pare fosse riempita d’acqua. Dopo appena tre anni fu messo a ferro e fuoco dalle milizie pavesi. Ricostruito dai consoli piacentini, iniziarono verso nord la costruzione di un potente castello di difesa: la Rocca.

Rocca_small_1272006-172848.jpgL’edificio fu eretto all’inizio del XIII secolo, ma il suo aspetto attuale risale al XIV-XV secolo, come dimostra la cornice mediana in cotto a dente di sega. I due ingressi sono serviti da ponti su archi acuti, dove un tempo c’erano i ponti levatoi. La corte interna è settecentesca e mostra un loggiato a tre ordini ed uno scenografico scalone con balaustre in cotto: la ristrutturazione fu commissionata dai marchesi Zandemaria, che ne fecero una prestigiosa dimora signorile dotata di pinacoteca con 240 opere compresi quadri di Correggio, Guercino e Panini.

Sempre tenuta in dovuta considerazione dalle casate nobiliari della città, che per assicurarsene il controllo non esitarono a insediarvi parenti stretti, agli inizi del XIV secolo i Visconti vi infeudarono gli Arcelli, cui subentrarono dal 1438  i Piccinino  investiti dagli Sforza. Nel 1679 fu la volta dei Farnese, e dal 1691 gli Zandemaria fino al 1806 quando venne istituito il Comune di Borgonovo.

Posto allo sbocco della Val Tidone nella pianura padana è una delle località più popolose e attive della vallata: centro agricolo e industriale che dista 22 km dal capoluogo comunale di Piacenza.

Borgonovo Val Tidone ha una superficie di kmq. 51,7 e una altitudine di m. 114. Le frazioni del paese sono: Agazzino, Bilegno, Breno, Castelnuovo, Corano, Fabbiano e Mottaziana.

Evento annuale di richiamo per tutta la provincia e non solo, la rinomata Fiera dell’Angelo: manifestazione ricca di eventi, ottimo pretesto per una delle prime gite fuori porta dopo l’inverno.

Fonti:

Comune di Borgonovo Val Tidone (per la foto e alcuni testi)

 

 

Bibliografia:

“Piacenza e la sua provincia” di Leonardo Cafferini, Nuova Litoeffe, Castelvetro Piacentino; 2005 

“Piacenza un format che attrae i turisti” a cura dell’amministrazione provinciale di Piacenza, Fantigrafica s.r.l.; 2008 

“Girovagando Piacenza e le sue Valli” Vol. I  di Marco Turri e Laura Boncompagni; Percorsi&Itinerari srl, Piacenza; 2005

 

 

Borgonovo Val Tidoneultima modifica: 2009-06-23T09:58:00+02:00da n.rigamonti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento